Pellegrini della vita, pendolari dello spirito

 

Basilica e stelle

Abbiamo visto insieme, al nostro  primo incontro, che il nostro peregrinare è un moto dal “dentro” verso il “fuori”, da un origine ad una meta, che è poi un ritorno all’origine, se la strada imboccata è quella giusta.

Noi, strada facendo già intuiamo questo ritorno per via della nostalgia che proviamo, nonostante la lotta con la paura dell’incognita.

Oggi, sottolineando due esperienze diverse, vorremmo mettere in evidenza due aspetti del viaggiare, del pellegrinare:

*La bellezza del viaggio in sé e il valore dell’origine.

*La bellezza della conoscenza come possibilità di viaggiare meglio.

La bellezza del viaggio in sé e il valore dell’origine la scopriamo facendoci aiutare dalla poesia “Itaca” di K. Kavafis che lasciamo alla vostra personale

Itaca

Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga,

fertile in avventure e in esperienze.

I Lestrigoni e i Ciclopi o la furia di Nettuno non temere,

non sarà questo il genere di incontri se il pensiero resta alto e un sentimento

fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.

In Ciclopi e Lestrigoni, no certo, nè nell’irato Nettuno incapperai

se non li porti dentro se l’anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga.

Quando nei porti – finalmente e con che gioia – negli empori fenici indugia e acquista

Che i mattini d’estate siano tanti  toccherai terra tu per la prima volta:

madreperle coralli ebano e ambre penetranti d’ogni sorta; più profumi inebrianti che puoi, impara una quantità di cose dai dotti.

tutta merce fina, anche profumi va in molte città egizie

Sempre devi avere in mente Itaca – raggiungerla sia il pensiero costante.

Soprattutto, non affrettare il viaggio; fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio

metta piede sull’isola, tu, ricco dei tesori accumulati per strada

senza aspettarti ricchezze da Itaca.

Itaca ti ha dato il bel viaggio, senza di lei mai ti saresti messo

sulla strada: che cos’altro ti aspetti?

E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso.  Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso già tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare.

La bellezza della conoscenza la incontriamo al secondo capitolo del  Vangelo di Matteo nell’esperienza dei Magi che qui ora commentiamo con le parole di Silvano Fausti.

“…….La stazione eretta, frutto di lenta evoluzione, ha permesso all’uomo di stare davanti al suo simile. Così ha incontrato il volto dell’altro.

Ma la posizione supina, arresa all’alto, che tiene (spesso) quando dorme (l’animale si accovaccia sempre), gli ha permesso addirittura di stare davanti al cielo. E, nell’oscuro abisso senza limiti, ha cominciato a navigare, in cerca di un volto misterioso, quello dell’ALTRO.

Se gli altri, pur diversi, sono suoi simili, c’è forse un volto comune, al quale tutti assomigliamo, dal quale veniamo e verso il quale andiamo?

Questo fu l’inizio del cammino dell’uomo.

Da semplice faber , divenne contemplator e viator: un animale che non solo fa, ma anche osserva e va avanti, tentando di capire da dove parte e dove Lo sguardo verso l’alto ha generato in basso la poesia e l’astronomia, la misura del tempo e dello spazio, la danza e la musica, la liturgia e la Le cose belle e buone, per i mortali, sono figlie del cielo, stelle fiorite sulla “Con-siderare”, stare con le stelle, in cerca della propria, è l’origine del pensare e dell’agire umano.

L’uomo è un animale “eccentrico”, ha il suo centro fuori di sé, che lo sbilancia verso l’oggetto del suo desiderio.

Per questo continuamente si muove, per giungere là dove il suo cuore già dimora, perché non può vivere senza cuore.

da “Occasione o tentazione” di Silvano Fausti

IN QUESTA TENSIONE SI DIPANA IL CAMMINO DELLA VITA.

Annunci

Un pensiero su “Pellegrini della vita, pendolari dello spirito

  1. Tutto quello che so è vivere qui e ora vivenndo momento per momento vedere un’ alba che nasce e lo scorrere lieto della giornata anche con i suoi affanni vedere ed osservare e donare le poche che so’.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...