Preghiere per il nuovo anno. Edizione straordinaria.

Preghiere al Signore Gesù.

una buona partenza

 

Ero perduto.

 

Signore Gesù Cristo,

quante volte mi sono impazientito,

quante volte avrei voluto ricominciare,

o abbandonare tutto,

prendere la tremenda e facile scorciatoia della disperazione.

Ma tu non hai mai perso la pazienza!

Hai sopportato una vita intera e hai sofferto,

per salvarmi,

anche me.

                                                          S. Kierkegaard

 ramo-d-ulivo-disegno-color-2

 

 

Emmaus

 

Signore, avevamo camminato a lungo senza poterti riconoscere. Andavamo insieme, ma il nostro cuore era pesante, pesante di sconfitte, di suscettibilità, di disaccordi e di indifferenze. Strada facendo dicevamo: è la fine del tuo popolo e la pietra del sepolcro  si è chiusa sulla nostra speranza.

Ma, quella domenica, ci hai radunati attorno alla tua tavola. Il pane è stato spezzato, i nostri occhi si sono aperti e ti abbiamo riconosciuto:  questo grande cerchio fraterno, così spesso lacerato, il tuo corpo risorto!

Michel Bouttier

 

ramo-d-ulivo-disegno-color-2 

 

 

Di scoperta in scoperta.

 

Gesù il Risorto,

se in noi vi sono ferite,

vi è soprattutto il miracolo

della tua misteriosa presenza.

Così, sollevati o addirittura liberati,

camminiamo con te,

il Cristo,

andando di scoperta in scoperta.

Fr. Roger di Taizè

Gesù risorto

 

 

 

 

 

Santa Maria, il Vangelo di Luca ti presenta

sempre come la Vergine delle salite. Ti mettesti

in viaggio verso la montagna per trovare Elisabetta.

Salisti in Giudea, alla città di Davide chiamata

Betlemme, per farti registrare nel censimento.

Salisti a Gerusalemme con Gesù dodicenne

e con Giuseppe per la festa di Pasqua.

Salisti sul Calvario per condividere con Gesù

il mistero della morte. Salisti al piano superiore

con la Chiesa nascente per attendere il dono

dello Spirito. E infine sei salita al cielo

assunta nell’anima e nel corpo.

Tu che hai cantato Dio che innalza gli umili,

riscattaci, ti preghiamo, dalla preghiera

senza soprassalti di fantasia; dall’appiattimento

della nostra vita interiore a livelli di banalità;

dall’affanno delle cose che ci impedisce di elevarci a te.

 Maria

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...